Cagliari, 17 gennaio 2021

TORME

A svolte ritornano” avrebbe detto un cronista politico sassarese dei tempi andati.

I meno attenti, la maggior parte, li avevano quasi dimenticati. In tempo di bonaccia (si fa per dire), e non solo per scelta loro, sono soliti inabissarsi. Chi è finito a fare l’amministratore locale, chi tra i banchi parlamentari dei peones. Ma sempre sintonizzati, o connessi come si dice adesso. Reperibili in attesa di chiamata.

E al momento del bisogno (!) rieccoli di nuovo in prima linea. Responsabilmente.

Las truvan sos diàulos a trumas … suta sa temporada paren grumas“. Sembrano portati a torme … e sotto il temporale sembran grumi.

E come “truppe di anime perse” compaiono di nuovo davanti a microfoni e telecamere, a dipingere e suggerire gli scenari e le strategie secondo loro più adatti a uscire dall’ennesima crisi di governo, incomprensibile ai più. Dall’alto (!) del loro longevo personale curriculum.

Sarà forse per lo stress dovuto alla pandemia ma la loro “competenza costruttiva”, esaltata dalla mediocrità del proscenio, a qualcuno (non pochi) appare addirittura salvifica. A tutti gli altri non rimane che appellarsi ai santi, da Antonio a Efisio.

A.M.   

Lascia un commento