Cagliari, 25 aprile 2021

THE VOICE OF MARIA

Maria Carta era una grande cantante. E come donna ancora più grande. Nonostante avesse cantato in tutto il mondo in lei non c’era traccia di superbia, semmai una grande timidezza. Che per una che ha fatto conoscere la Sardegna dappertutto, è una grande virtù. Quando persone così grandi vengono a mancare, si è colti dal dolore e dal rimpianto. Ed è dal dolore e dal rimpianto purificato che abbiamo cercato di comporre un brano degno di lei”. Così Paolo Pillonca dopo l’uscita de “Sa oghe ‘e Maria” nel 1995.

A Natale del 2000 in Vaticano davanti a Giovanni Paolo II, Piero Marras e Dionne Warwick cantano “Sa oghe ‘e Maria – The voice of Maria”  in mondovisione, una strofa in sardo e una in inglese: “Una preghiera, anche laica, cantata in due lingue diverse: quella più parlata al mondo e la “piccola” lingua sarda che urlava al mondo la sua esistenza”.

Un abbraccio da un capo all’altro del pianeta. Una preghiera dolcissima, come un canto di culla. Una ninnia, che di questi tempi fa piacere riascoltare.

A.M.

Lascia un commento