Cagliari, 08 maggio 2022

LA VENERE E IL MARE

Sold out! Tutti occupati i trecento posti della sala magna del cinema Ariston lo scorso 3 maggio per la Prima de “La Venere di Milis” e “Complice il Mare” i cortometraggi diretti da Giorgia Puliga e Giampaolo Vallati,  prodotti dal Coworking 001 di Oristano.

Due progetti cofinanziati dalla Regione sarda e da sponsor locali (tra gli altri la Fondazione Oristano), elaborati a sei mani da Paola Pirina, Annalaura Putzu e Lucia Marini, trio deus ex macchina della Onlus Coworking Family (location nelle vie Duomo e Garibaldi, con sale conferenze, salette riunioni e spazi condivisi per professionisti itineranti).

            “La Venere di Milis” con l’attore campano Angelo Orlando (tra le altre opere La voce della Luna di Fellini e Pensavo fosse amore invece era un calesse con Troisi) che nel corto interpreta il ruolo di un contadino che arando un campo ritrova una Venere di pietra dai cui proventi di vendita spera di dare una svolta alla sua vita.

“Complice il mare” con Valeria Flore (Incantesimo, Una grande famiglia, Domenico Modugno) e Alessandro Cossu (Cento vetrine, Un posto al sole, La squadra) è il racconto di un detenuto che partecipa ai lavori di un cantiere archeologico dove incontra una ricercatrice alla quale racconta la quotidianità carceraria e la vita che faceva prima della condanna, con un finale inaspettato.

            Soprattutto risorse umane locali quindi: attori, registi, autori e produttori. Ma anche operatori di ripresa, sceneggiatori, musicisti, fotografi. Con la presenza di Orlando e Vallati ad aggiungere esperienza e professionalità.

E anche “materie prime” nostrane: mare incantato, vegetazione selvaggia, ambiente incontaminato e una luce unica. Due belle storie portatrici di buon umore e speranza. Una volta tanto niente greggi di pecore, banditi, faide, disamistade, tristezza.

Un felice esempio di piccolo grande contributo al tentativo di trasformare la bellezza naturale (e culturale) sarda in risorsa economica.

A. M.

 

Lascia un commento