Cagliari, 10 aprile 2022

A STELLE E STRISCE

E già. Adesso ci sono gli americani: Commisso, Friedkin, Platek, Niederauer, Krause, Knaster, per citarne solo alcuni. Oltre a indonesiani e cinesi.

Che fine hanno fatto i grandi presidenti italiani? I Moratti e i Fraizzoli, Dino Viola e Sensi, Mantovani e Dall’Ara, Rozzi e Anconetani, Berlusconi e Agnelli (Gianni), Pontello e Cecchi Gori (Mario).

E i grandi dirigenti di un tempo? I Boniperti, Dal Cin (quello che portò Zico all’Udinese), Galliani, Nizzola, Braida, Arrica, Allodi, Prisco.

Da quanti anni (decenni) non nasce un Riva o un Bettega, Graziani o Pruzzo, Altobelli o Vialli, Mancini o Zola, Albertosi o Zenga, Maldini o Cabrini, Pirlo o Del Piero?

Da quando il Calcio italiano ha deciso (!) di rinunciare al made in Italy. Ai suoi talenti, in campo e fuori. Al suo calcio. A una delle sue “eccellenze”. Perchè?

E adesso il campionato più bello del mondo è la Premier inglese. Da una settimana Sky, Rai e Mediaset parlano di City – Liverpool come prima si parlava di Inter – Juventus.

E la Nazionale, dopo l’ubriacatura dell’Europeo, rimarrà fuori dal mondiale per la seconda edizione di seguito, come mai successo prima. Bene andando per 12 anni almeno!

A.M.

Lascia un commento